ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, Koulibaly l'ultimo guerriero:
pesano gli errori di Meret e Callejon

Napoli, Koulibaly l'ultimo guerriero:
pesano gli errori di Meret e Callejon

Alla pari con l'Arsenal che nella Premier lotta con il Tottenham ammazza-Guardiola per il terzo posto fino allo 0-1. Poi va tutto storto, come capita spesso di questi tempi ma questo è un altro discorso: due occasioni straordinarie per sbloccare la partita e due errori grossolani sotto porta di Callejon e Milik. Primo tiro nello specchio dell'Arsenal e la rete che fa stramazzare al suolo le speranze degli azzurri. L'impatto sul match non delude stavolta, c'è aggressività, ricerca degli spazi, voglia di rischiare. Nella ripresa, consapevole della missione impossibile, il Napoli neppure ci prova a tentare la rimonta. Perché in certe serate ci vuole il colpo magico del campione. E il colpo non arriva.
 


4,5 MERET
Quattro rinvii iniziali e tutti fuori misura. Poi resta praticamente immobile sulla punizione di Lacazette, non legge la traettoria, non battezza quello che il suo palo e non si capisce perché faccia un passo dalla parte opposta. La parata su Aubameyang non lo riscatta

6 MAKSIMOVIC
Bella la verticalizzazione con cui libera Insigne, si muove tanto anche in fase offensiva. Ma è suo il fallo che provoca la punizione e soffre molto quando Ramsey spinge nel suo versante: in impostazione si fa trovare pronto.

5,5 CHIRICHES
Un recupero dietro l'altro, tante le chiusure decisive e va bene anche in fase di impostazione. Prezioso finché la gara resta aperta, poi nel secondo tempo avanza nel tentativo di aumentare la pressione. Ma non combina nulla di importante.

6,5 KOULIBALY
Anticipo su Aubameyang e coast to coast mostruoso con assist d'oro per Callejon, poi pressa persino nelle trequarti e non c'è chiusura temeraria che non osi e che non faccia come si deve. Anche nella ripresa, è l'ultimo baluardo prima della resa.

5 GHOULAM
In fase di spinta non si vede quasi mai, ma non commette certo gli errori di Rui in fase di disimpegno. Però in una gara da ribaltare, sembra non essere all'altezza, né nell'agonismo né nella qualità della sue giocate. Qualcosa non va, è chiaro

4,5 CALLEJON
La rete che si divora al 17' poteva cambiare la storia di questo quarto di finale ed è il solito errore che commette quando si trova a dover incrociare la trattoria. Poi nella ripresa si sacrifica da terzino destro e anche lì crea qualche falla.

4,5 ALLAN
Stringe bene il campo e recupera, ma perde pure un bel po' di palloni. E come a Londra, a ogni palla persa corrisponde una ripartenza dell'Arsenal anche per mancanza di compattezza tra reparti. Ripresa da fantasma, a far più danni che altro

5 ZIELINSKI
Deve giocare più veloce e la sua imprecisione iniziale tradisce la tensione. Si piazza al centro, a fare a pugni con Torreira e Xhaka e accorciando spesso di Ramsey trequartista ma non regala mai velocità alla manovra e non sempre fa la cosa giusta

5 FABIAN RUIZ
Si stringe dietro le due punte diventando talvolta un trequartista ed è lì che mostra qualche buona giocata. Poi il suo passo diventa sempre più lento e ogni sua idea prevedibile per Torreira e company. Si è smarrito nel momento chiave della stagione.

5 INSIGNE
Fa tunnel a Xhaka ed è una delle poche cose buone. Parte nervoso, però i suoi guizzi danno qualità alle giocate offensive. Preso il gol, torna di nuovo a perdere la pazienza. Nella ripresa non ha né voglia né testa, ed è tra i primi a mollare. Esce dopo un'ora e non gradisce affatto. 

5 milik 
Un gol in fuorigioco millimetrico e la sua torsione sul traversone è inquietante perché non approfitta di uno dei rari svarioni di Koscielny. Tra Monreal e Sokratis non trova altri varchi per complicare la gita pasquale dell'Arsenal.  

5 MERTENS
L'uomo della provvidenza, secondo le intenzioni di Carletto. Si piazza vicino vicino alla porta, ma di palloni da calciare ce ne sono davvero pochi. Tanto animo, ma poco coraggio e anche poca forza nelle gambe.

5,5 YOUNES
Tutto sembra, tranne uno delle nuove leve venute su nelle fila dell'Ajax dei miracoli. Soffre la mancanza di organizzazione, non riesce mai a capire dove piazzarsi per poter dare una mano ai suoi compagni.

5,5 MARIO RUI
Temerari i suoi spunti sulla fascia, si vede che ha una grande voglia di mostrare che le critiche rimediate per la gara di andata erano ingiuste. Però non fa nulla di eccezionale e spinge col contagocce, nonostante l'Arsenal abbia smesso di attaccare

5 ANCELOTTI
Bocciati i due terzini di Londra, stavolta la strategia è azzeccata: il 3-4-2-1 riesce spesso a mettere in affanno gli inglesi ed era forse l'arma da adottare anche lì, dove i destini europei del Napoli si sono scritti. Si ritrova Ramsey alle spalle delle due punte perché Ozil è un bel souvenir fuoricasa e non sono tantissime le chance che concede. Il gol su calcio piazzato è una mazzata. Però del suo dna vincente in questa squadra si vede poco. O nulla.


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia l'atmosfera che De Rossi merita»
Video

Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia l'atmosfera che De Rossi merita»

  • Napoli, messaggi d'auguri a De Laurentiis: «Ma adesso investiamo»

    Napoli, messaggi d'auguri a De...

  • «It's Sarri ball», una canzone dance per Maurizio Sarri

    «It's Sarri ball», una...

  • Universiadi, gli ambasciatori dello sport napoletano pronti per luglio

    Universiadi, gli ambasciatori dello sport...

  • Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32 squadre

    Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32...

  • «Triste perché De Rossi se ne è andato», il tema del bimbo diventa virale

    «Triste perché De Rossi se ne...

  • Europei U21, Di Biagio: «Abbiamo l'obbligo di provare a vincere»

    Europei U21, Di Biagio: «Abbiamo...

  • Premio Gentleman, Barzagli: «Il saluto dello Stadium? Un'emozione incredibile»

    Premio Gentleman, Barzagli: «Il saluto...

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT