ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Il Napoli di Ancelotti non c'è più:
l'Atalanta vince di rimonta 2-1

Il Napoli di Ancelotti non c'è più:
l'Atalanta vince di rimonta 2-1

L'Atalanta sbanca il San Paolo nel posticipo della 33ma giornata del campionato di serie A. Vittoria in rimonta dei bergamaschi, che si impongono per 2-1 in trasferta. la prima rete è dei padroni di casa con Mertens al 28mo del primo tempo. Nella ripresa pareggio di Zapata al 69mo minuto e gol vittoria di Pasalic all'80mo. Atalanta verso un piazzamento Champions, per gli azzurri nuovo boccone amaro dopo l'eliminazione dall'Europa League.

RILEGGI LA DIRETTA

La partita si gioca in un clima surreale di Pasquetta: spalti semivuoti e pioggia battente. Pronti via, il Napoli (privo di Insigne) attacca e pressa. Callejon va al tiro dalla distanza al 3', para Gollini. Al 10' sussulto Mertens che d'invola a rete, poi perde il passo e Gollini non fa nemmeno fallo da ultimo uomo. Al 12' Chiriches dà forfait, problemi alla spalla: c'è Luperto.

Al 27' il match di sblocca, assit di Malcuit e Mertens insacca in modo rocambolesco. Sotto il diluvio al 34' Zielinski potrebbe raddoppiare ma si fa frenare da Gollini. Al 43' è ancora Mertens che potrebbe raddoppiare ma il tiro balla vicino alla porta e non ha esito. Dopo un paio di sfuriate degli orobici, termina così il primo tempo. 

Nella ripresa gli azzurri attaccano ancora; ci provano Mertens e Zielinski. Al 49' Milik solo davanti a Gollini lo scavalca ma Masiello salva sulla linea. A questo punto l'Atalanta si sveglia e al 53' va vicina al pari con Hateboer. Entra così Ilicic per Freuler. Al 60' è però Mertens a sprecare il gol del ko, involato a rete. Sei minuti dopo ancora occasione per Mertens e palla d'oro ancora fuori. Poco dopo grande azione atalantina e il Napoli si salva fortunosamente. Al 69' però non c'è nulla da fare sul pareggio di Zapata, piazzato bene in area. 
 



Gli azzurri sono alle corde e rischiano il gol del ko. Ci prova Milik, con un break. Poi esce Mertens ed entra Younes (e non Insigne). All'80' però la frittata: percussione di Zapata in area e Pasalic che la mette dentro agevolmente. Match ribaltato. Entra anche Verdi. Poco dopo è Callejon a provarci ma il tiro è troppo centrale. Poi non c'è più tempo: l'Atalanta vince al san Paolo e si lancia verso un piazzamento Champions. 
 
 


LE FORMAZIONI

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Chiriches, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Fabian, Zielinski; Mertens, Milik. All. Ancelotti.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Mancini, Djimsiti, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Castagne; Pasalic; Gomez, Zapata. All. Gasperini
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Brescia, è fatta per Mario Balotelli
Video

Brescia, è fatta per Mario Balotelli

  • Ciclismo in lutto, è morto a 76 anni Felice Gimondi

    Ciclismo in lutto, è morto a 76 anni...

  • Cincinnati, Federer ko negli ottavi. Djokovic avanza

    Cincinnati, Federer ko negli ottavi....

  • Montreal, Fognini eliminato nei quarti da Nadal

    Montreal, Fognini eliminato nei quarti da...

  • Lukaku all'Inter, il saluto ai tifosi a Malpensa

    Lukaku all'Inter, il saluto ai tifosi a...

  • 6acasatua - Lo stadio San Paolo è di Napoli

    6acasatua - Lo stadio San Paolo è di...

  • F1, Hamilton vince il GP d'Ungheria

    F1, Hamilton vince il GP d'Ungheria

  • Nainggolan a un passo dal Cagliari: «Dimosterò all'Inter che ha sbagliato»

    Nainggolan a un passo dal Cagliari:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 21 commenti presenti
Robin Hood
2019-04-23 13:55:10
La Juve é mercenaria e non ci sono dubbi ha il soldo da spendere e molti aiutini, il Napoli ha ia Direzione in tal senso forse peggio, compra facile e vende difficile e difficilmente vincerà qualcosa. A questo punto é meglio avere una squadra a basso costo e partire da zero spese e mantenersi in campionato che equivale comunque arrivare secondi eo espulsi dalle coppe, il risultato é sempre lo stesso (non si vince nulla), però qualcuno ci guadagna
johnnyred
2019-04-23 10:45:47
Personalmente non credo che Ancelotti sia peggiore di Sarri e viceversa. Semplicemente Sarri ha avuto la fortuna di avere i giocatori al top della forma (vedi Insigne e Mertens su tutti). Oggi invece quasi tutti i giocatori sono con le gambe molli (colpa di una preparazione atletica sbagliata? chissà) e non ci sono stati rinforzi. Questa squadra ha fatto già troppo, secondo me. Certo consegnare lo scudetto 5 giornate prima ma soprattutto uscire fuori subito dalla Champion (e ci può stare) e in maniera vergognosa dalla Coppa Uefa fa un po' incavolare i tifosi. E fin quanto continueremo a prendercela con gli arbitraggi o a gioire come criaturielli per le sventure della altre squadre, non potremo pretendere nulla di più; infatti il nostro buon Presidente sa che basta poco per farci fessi e contenti: aizza un po' gli animi, se la prende con gli arbitri e intanto continua ad incassare senza mai vincere nulla. Iniziamo a cambiare la nostra mentalità e forse qualcosa arriverà
gigginos
2019-04-23 08:50:25
il napoli di ancelotti non c'è mai stato, i punti che ha fatto il napoli sono la rimanenza del napoli di sarri!
coky
2019-04-23 07:07:10
11 casatielli napoletaninn in campo
Cippo60
2019-04-22 22:18:28
Società e tecnico assenti È ora di cambiare con Sarti ce"ra il gioco

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT