ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Caso Koulibaly, furia De Laurentiis:
«Il calcio italiano si vergogni»

Caso Koulibaly, furia De Laurentiis:
​«Il calcio italiano si vergogni»

Inviato a Roma

Non è deluso né avvilito, Aurelio De Laurentiis. Più che altro, dispiaciuto perché Koulibaly, con la sua difesa, le sue parole, le sue frasi e i suoi ricordi davanti ai giudici, lo hanno davvero colpito. Si aspettava un gesto di coraggio dalla Corte di giustizia sportiva, un modo per restituire l'onore perduto a un giocatore che per una sera si è sentito in balia del becerume e dell'odio per il colore della pelle. Ma il presidente del Napoli prende atto che la strada è ancora in salita.

La squalifica di Koulibaly non è stata cancellata. Un'occasione persa.
«Anche stavolta il sistema, inteso come organizzazione, ha dimostrato di non sapere cambiare, e ha preferito punire la vittima piuttosto che il carnefice. Se andiamo avanti così, il calcio rischia seriamente di implodere, visto che questo è il modo migliore per farsi del male da solo. Mi vergogno di essere parte di questo sistema dal quale uscirò molto in fretta se la Figc non adotterà misure drastiche, usando il pugno di ferro contro il razzismo. E Koulibaly viene ancora più umiliato da questa vicenda. Sono offeso per lui. La Corte d'Appello ha invece preferito applicare le leggi, quando avrebbe dovuto interpretarle: ed è questa una decisione che è un'altra dimostrazione di cecità e di immaturità».

Koulibaly ha colpito la stessa Corte raccontando la notte di Milano.
«Era toccato, commosso, colpito nella sua personale sensibilità, la sua e quella della sua famiglia. La sua capacità espositiva è stata esemplare, perché ha avuto dovizia di particolari. E mi spiace davvero che non sia riuscito ad avere giustizia».

A San Siro non c'era: ma se fosse stato sugli spalti, avrebbe ritirato la squadra o sarebbe cambiato qualcosa?
«No, non avrei ritirato la squadra. Io conosco le debolezze del nostro calcio e ho accettato di giocare con queste regole. Ance se queste sono delle regole sbagliate. Ma questo non mi impedisce di fare una battaglia affinché queste regole diventino moderne».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO








Stramaccioni come Trapattoni e Malesani: il suo sfogo in Iran è virale
Video

Stramaccioni come Trapattoni e Malesani: il suo sfogo in Iran è virale

  • Dazn su Sky, c'è l'accordo: il nuovo canale si vedrà nella numerazione dal 200 in poi

    Dazn su Sky, c'è l'accordo:...

  • Verso Fiorentina-Napoli, i temi della partita con Bruno Majorano e Roberto Ventre

    Verso Fiorentina-Napoli, i temi della...

  • Torna il campionato, il pronostico dei tifosi del Napoli

    Torna il campionato, il pronostico dei...

  • Fiorentina-Napoli, la vigilia dell'inviato Roberto Ventre

    Fiorentina-Napoli, la vigilia...

  • Juventus, Sarri non ci sarà né con il Parma né con il Napoli

    Juventus, Sarri non ci sarà né...

  • Neymar, il Psg rifiuta l'offerta del Barcellona

    Neymar, il Psg rifiuta l'offerta del...

  • Napoli, l'arrivo di Lozano a Villa Stuart per le visite mediche

    Napoli, l'arrivo di Lozano a Villa...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
popolo arrabbbbiato
2019-01-19 17:15:28
fingiamo ancora di non capire gli episodi di san siro....da giorni ormai si era organizzata una "festa" al napoli come è venuto fuori dalle indagini della procura, quindi gli insulti a kk non erano altro che parte del programma: il giocatore era solo il mezzo per colpire la società calcio e tutto il popolo napoletano sempre più inviso e disprezzato dalle nobili popolazioni del norditalia.Razzismo si, ma non di certo per il colore della pelle di kk,ma sicuramente per il pessimo momento politico che stiamo vivendo e per la completa inefficienza delle istituzioni.
Robin Hood
2019-01-19 14:28:02
Ma era già nell'aria che tutto ciò poteva accadere viste le anticipate lamentele per gli arbitraggi passati e così non va, si danneggia la squadra che può equilibrare la classifica e pertanto si distrugge il campionato, per ciò, é lecito pensare a favoreggiamenti a parte il razzismo
piena
2019-01-19 13:00:41
vogliamo risolvere il problema?? benissimo!!..allora dobbiamo cambiare gli stadi non il calcio!! nel senso che tutti i CLUBS dalle serie minori alla serie A dovranno avere impianti di proprietà ed il servizio di sicurezza pagato da loro escludendo lo stato da qualsiasi compito di sorveglianza se non in casi particolari inoltre gli episodi di stampo razzista dovrebbero essere sanzionati con ammende alle società ospitanti l'evento...
tamburo lontano
2019-01-19 13:00:31
Caro ADL tu fai parte del sistema marcio e marchi le distanze soltanto a parole e perchè in questo momento sei danneggiato. Sei talmente lontano dal sistema che hai comprato anche il Bari. Sputa solo nel piatto in cui mangia. Se facesse cosi schifo io me ne andrei subito.
misogino
2019-01-19 12:40:01
pensate a vincere

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT