ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Gaetano dalla gioia al dramma:
debutta in A e la nonna tifosa muore

Gaetano dalla gioia al dramma:
debutta in A e la nonna tifosa muore

Inviato a Cimitile

Una gioia a metà. Anzi, una gioia spezzata. È quella di Gianluca Gaetano, il primo 2000 a esordire con la maglia del Napoli in serie A. Gli ultimi 5 minuti della partita con la Spal a Ferrara erano stati il coronamento del sogno di un ragazzo di 19 anni, compiuti domenica 5. Il papà, che era sugli spalti dello stadio dedicato a Paolo Mazza, quasi nemmeno credeva che suo figlio Gianluca avrebbe fatto il suo ingresso in campo. Lo osservava durante il riscaldamento e si chiedeva quale sarebbe stata la scelta da parte di Ancelotti. E, allora quando poi tutto avviene, così rapidamente, la gioia impazza. Raggiunge le stelle. Il sogno di un'intera famiglia che si realizza. E poi? Il dolore, direttamente proporzionale all'entusiasmo di poche ore prima.

Al termine della partita di Ferrara, Gianfelice Gaetano chiama a casa, a Cimitile, per parlare con la madre Carmela, prima tifosa di Gianluca. Hanno la tradizione di sentirsi sempre dopo le partite del ragazzo. Una sorta di rito che la nonna mantiene anche con il nipote calciatore. Ma questa volta il telefono squilla a vuoto. Una, due, tre, quattro volte. Passa qualche minuto quando Gianfelice riceve una telefonata che gli annuncia la morte della madre, causata da un arresto cardiaco, subito dopo la fine della partita a Ferrara. Nonna Carmela era scesa in strada allarmata per il vociare di figli e nipoti che si erano avviati per sparare una piccola batteria di fuochi d'artificio con l'intento di festeggiare l'esordio in serie A di Gianluca. Tutto si svolgeva lungo Via Roma nel piccolo comune a un passo da Nola, vicino all'abitazione e alla pizzeria di famiglia dove papà Gianfelice lavora ogni giorno. Il vociare è conseguenza delle lamentele da parte di un vicino. Era infastidito per quei festeggiamenti ritenuti eccessivi, per lui fastidiosi. «Subito dopo l'accensione dei fuochi d'artificio ho chiamato i carabinieri per segnalare quanto stesse accadendo all'esterno della mia abitazione». Una discussione tra vicini mentre la signora Carmelina Pacchiano, 67 anni, scendeva in strada per vedere cosa stesse accadendo. Ha avuto un improvviso malore, è stato chiamato un medico per soccorrere la donna mentre tra i familiari del bomberino del Napoli calava il silenzio. Niente più sorrisi, niente più allegria per l'esordio di Gianluca in serie A. «Ho provato a rianimare la povera signora praticando il massaggio cardiaco, ma non c'è stato nulla da fare», racconta Francesco Di Palma, medico curante della nonna di Gaetano che si trovava nei pressi dell'abitazione e ha prestati i primi soccorsi in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Tutto si è svolto tra le 20.30 e le 22.30, quando poi veniva dichiarato il decesso della nonna dell'attaccante del Napoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO








Cristiano Ronaldo e lo spot per un'azienda asiatica: «Mai vista una roba così brutta»
Video

Cristiano Ronaldo e lo spot per un'azienda asiatica: «Mai vista una roba così brutta»

  • Brescia, è fatta per Mario Balotelli

    Brescia, è fatta per Mario Balotelli

  • Ciclismo in lutto, è morto a 76 anni Felice Gimondi

    Ciclismo in lutto, è morto a 76 anni...

  • Cincinnati, Federer ko negli ottavi. Djokovic avanza

    Cincinnati, Federer ko negli ottavi....

  • Montreal, Fognini eliminato nei quarti da Nadal

    Montreal, Fognini eliminato nei quarti da...

  • Lukaku all'Inter, il saluto ai tifosi a Malpensa

    Lukaku all'Inter, il saluto ai tifosi a...

  • 6acasatua - Lo stadio San Paolo è di Napoli

    6acasatua - Lo stadio San Paolo è di...

  • F1, Hamilton vince il GP d'Ungheria

    F1, Hamilton vince il GP d'Ungheria

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT