ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Ghoulam e le stelle di Leonardo:
un mese prima del ritorno in campo

Ghoulam e le stelle di Leonardo:
un mese prima del ritorno in campo

Tra poco sarà un anno. Un anno dal suo primo infortunio, quello ai crociati. Ghoulam sa che non sarà semplice. Non tanto tornare, quanto tornare velocemente quello di prima. «Ho avuto la mia parte di dolore, mi prendo adesso la mia parte di felicità». Sul suo Twitter, il franco-algerino posta una foto con questa scritta, presa a prestito da un furgoncino che espone la frase alla vista degli altri automobilisti. Deve essere stato assai colpito, Ghoulam, da quelle parole: il dolore e la felicità. Deve averle sentite sue. Il crac al ginocchio nel momento migliore della sua carriera. Contro il Manchester City, in Champions League. Poi il ritorno lento, la rottura della rotula a febbraio, il rientro soft, le tre panchine con Sarri nel finale di stagione e la nuova frenate per un altro accidenti al ginocchio, nel corso della sua vacanza a Miami. Adesso il ritorno è vicino. Anche se non tantissimo.

Da una decina di giorni lavora con il gruppo, ma c'è bisogno ancora di qualche settimana per poterlo rivedere sul terreno di gioco. Non bisogna lasciarsi ingannare dal fatto che corra e giochi con gli altri: la partita è un'altra cosa. Lo sa lui e lo sanno tutti. Un anno lontano dai campi non è questione di poco conto: Ghoulam mostra serenità, ogni volta che può. Per scovargli qualche sentimento può servire ricordargli l'avverbio che più è stato usato, in questi mesi, per spiegare il programma di recupero: «Progressivamente». Il cammino di Ghoulam verso la migliore condizione deve ancora avvenire per gradi: «Progressivamente», per l'appunto. Lo ripetono tutti dalla prima ora. Ed è per questo che c'è ancora da attendere: la prima convocazione non è ancora scontata, non c'è una data segnata sul calendario. Lui spera che già a Udine possa far parte del gruppo, ma difficilmente Ancelotti lo porterà in Friuli. Meglio continuare col proprio programma di lavoro, puntando al bersaglio grosso del recupero della forma fisica, senza impegni ravvicinati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO





Arbitro in lacrime per la morte della mamma, Van Dijk lo consola
Video

Arbitro in lacrime per la morte della mamma, Van Dijk lo consola

  • Napoli, De Laurentiis tra le donne e il sesso

    Napoli, De Laurentiis tra le donne e il sesso

  • Napoli, tutti i progetti di patron De Laurentiis

    Napoli, tutti i progetti di patron De...

  • Napoli, De Laurentiis e i lavori allo stadio San Paolo

    Napoli, De Laurentiis e i lavori allo stadio...

  • Spagna, l'incredibile errore di Morata

    Spagna, l'incredibile errore di Morata

  • MotoGp, Dovizioso vince sotto l'acqua a Valencia

    MotoGp, Dovizioso vince sotto l'acqua a...

  • I Dorados di Maradona ai playoff, la festa negli spogliatoi

    I Dorados di Maradona ai playoff, la festa...

  • Italia-Portogallo, Jorginho in fiducia: «Siamo sulla strada giusta»

    Italia-Portogallo, Jorginho in fiducia:...

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT