ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Vai Insigne, dal flop al riscatto:
prima la Viola, poi la Champions

Vai Insigne, dal flop al riscatto:
prima la Viola, poi la Champions

A vederlo lì da solo, triste e sconsolato in un angolino della panchina dell'Italia, Lorenzo Insigne faceva quasi tenerezza. Perché un'immagine così non poteva che rimandare a quella sera di novembre del 2017 quando una scena analoga fu il preludio dell'apocalisse calcistica italiana con l'eliminazione degli azzurri dal Mondiale in Russia.

Come a San Siro contro la Svezia, anche a Lisbona contro il Portogallo, Insigne è rimasto a guardare impotente la debacle dei suoi. Senza di lui non c'era nessun 10 in grado di accendere la luce in campo e il ko dell'Italia è stata quasi una matematica conseguenza della pochezza espressa dagli interpreti scelti da Mancini. Ecco, il ct non è più quello della notte delle streghe svedesi, ma anche senza Ventura il napoletano è stato messo ai margini. Una conseguenza naturale dell'opaca prestazione di Bologna contro la Polonia quando del 10 ha fatto vedere solo il numero dietro le spalle e nulla di più.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO





Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre
Video

Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

  • Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena con parrucche alla Malcuit

    Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena...

  • Napoli fuori dalla Champions, le battute di Made in Sud

    Napoli fuori dalla Champions, le battute di...

  • L'appello della campionessa di boxe ​senza la cittadinanza italiana

    L'appello della campionessa di boxe...

  • L'amico è non vedente, lui gli racconta il gol di Salah al Napoli ed esultano insieme

    L'amico è non vedente, lui gli...

  • Champions League, Cairo: «Speravo meglio per Inter e Napoli»

    Champions League, Cairo: «Speravo...

  • Liverpool-Napoli, il commento di Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il commento di Roberto...

  • Liverpool-Napoli, il videocommento dell'inviato Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il videocommento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
gigioppi
2018-09-12 19:02:20
ZAMPARINI: "Allegri venga ad allenare il Palermo e a fargli vincere lo scudetto, perché è facile fare il fenomeno con la Juventus". Parafrasando Zamparini potrei dire che Insigne potrebbe fare il fenomeno se giocasse in una squadra piena di campioni ma nè il Napoli nè tantomeno la Nazionale possono definirsi squadre di campioni ma semplicemente squadre con buoni giocatori. Anche Maradona faceva fatica appena arrivato a Napoli e difficoltà sembra, almeno per ora, ne incontra anche il fenomeno Ronaldo. Si passa velocemente dalla esaltazione alla depressione senza valutare le cause. Insigne non è un un momento di forma e probabilmente ancora non si è inserito negli schemi di Ancelotti. Diamo tempo ad entrambi e non demoralizziamoci di fronte a risultati negativi, ogni progetto richiede tempo e maturità. Ricordiamo che finora chi ha vinto è stata solo ed esclusivamente la Juve, potenza finanziaria e di palazzo ed il Napoli si è comportato degnamente sovvertendo tutti i catastrofici pronostici che tutti i media prevedevano all'inizio di ogni campionato,
felipe
2018-09-12 14:15:44
"Una conseguenza naturale dell'opaca prestazione di Bologna contro la Polonia quando del 10 ha fatto vedere solo il numero dietro le spalle e nulla di più." Una frase che andava scritta all'inizio dell'articolo....Ormai nessun Tecnico considera Insigne elemento utile per la Nazionale perchè, appunto, non ha mai azzeccato una partita, che sia una! Quindi, non solo Bologna! Anche nelle disfatte un bravo giocatore riesce a rimanere a galla; ma non è il caso di Insigne. Gli manca la personalità, dote che è innata: o c'è o non c'è! Ecco perchè andrebbe rivista la gerarchia nello spogliatoio del Napoli. A mio avviso, la fascia di Capitano spetterebbe, per merito acquisito, al prode Allan!
raul bravo
2018-09-12 15:08:45
gli manca la qualità, il resto è fuffa
Amus
2018-09-12 08:43:51
Ma secondo voi questo giocatore vale 200 milioni come recitata la clausola, mah già turnà a vattià.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT