ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli-Inter con il dubbio Insigne
e Ancelotti diserta la sala stampa

Napoli-Inter con il dubbio Insigne
e Ancelotti diserta la sala stampa

AAA concentrazione cercasi. Nel Napoli, è inevitabile, c'è aria di smobilitazione. La qualificazione alla Champions League e il secondo posto in classifica sono cosa ormai acquisita e alcun motivo di interesse concreto può essere trovato nelle ultime due partite del campionato. Al saluto tra squadra e tifosi al San Paolo (domani con l'Inter si prevede la presenza di circa 30 mila persone) rischia di non essere protagonista il calcio. Di fronte si troveranno due squadre con una fame completamente diversa: l'Inter che ha bisogno di punti per respingere l'assalto delle inseguitrici che minacciano di scavalcarla e allontanarla dall'Europa che conta e il Napoli, una squadra nella quale i giocatori hanno ormai soltanto la testa alle vacanze e, in qualche caso, al calciomercato. Insomma il vero problema per Ancelotti, che ha invece una sua personalissima ambizione di superare quota 80 punti in classifica, è far mantenere la concentrazione ai suoi uomini.

L'allenatore, come era previsto, non ha incontrato i giornalisti per presentare la partita. Già la scorsa settimana fu deciso di sottrarlo al colloquio con i cronisti. Per la prossima conferenza stampa dell'allenatore, a quanto pare, sarà necessario aspettare il ritiro precampionato di Dimaro. Probabilmente più che parlare di tattica, in questi giorni di vigilia il tecnico deve aver cercato di motivare la squadra, ricordando la sconfitta dell'andata e il clima di polemiche in cui maturò, soprattutto a seguito dell'espulsione di Koulibaly per proteste contro l'arbitro Mazzoleni, dopo essere stato preso di mira da insulti razzisti provenienti dagli spalti di San Siro. Proprio il difensore franco-senegalese, prima dell'inizio della partita, sarà protagonista questa volta di una premiazione. La Lega di Serie A lo ha indicato quale migliore difensore della stagione e gli sarà consegnata una targa.

Quanto alla formazione, pochi sono i dubbi per Ancelotti. Giocheranno i titolari, con la sola incertezza per Insigne che nel corso della settimana non si è allenato con continuità per i soliti problemi muscolari e che, dunque, potrebbe non essere al massimo. È possibile allora che il capitano vada in panchina e che nel ruolo di attaccanti scendano in campo dall'inizio Milik e Mertens. In difesa la linea a quattro sarà quasi sicuramente formata da Hysaj, Albiol, Koulibaly e Mario Rui. A centrocampo, dove ormai da mesi Ancelotti ha gli uomini contati, sarà come sempre il turno di Callejon, Allan, Ruiz e Zielinski.


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Roma, il neo-allenatore Fonseca a Villa Stuart per le visite mediche
Video

Roma, il neo-allenatore Fonseca a Villa Stuart per le visite mediche

  • Mondiali, Cina KO: l'Italia vola ai quarti di finale

    Mondiali, Cina KO: l'Italia vola ai...

  • Mondiali femminili, Bertolini: «Cina avversario molto forte»

    Mondiali femminili, Bertolini: «Cina...

  • Olimpiadi 2026, l'attesa e poi l'urlo di gioia a Milano

    Olimpiadi 2026, l'attesa e poi...

  • Olimpiadi 2026 Milano-Cortina, la delegazione italiana arriva al CIO a Losanna

    Olimpiadi 2026 Milano-Cortina, la...

  • Olimpiadi 2026, la delegazione svedese arriva a Losanna

    Olimpiadi 2026, la delegazione svedese...

  • Roma, Fonseca atterrato a Fiumicino

    Roma, Fonseca atterrato a Fiumicino

  • F1, Gp Francia: pole position di Lewis Hamilton

    F1, Gp Francia: pole position di Lewis...

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT