ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, ora fai come l'Atletico:
vittoria in EL dopo la retrocessione

Napoli, ora fai come l'Atletico:
vittoria in EL dopo la retrocessione

La strada verso Baku è tracciata. Da quando esiste l'Europa League (ovvero 9 anni), sono 5 le squadre retrocesse dalla Champions che hanno alzato il trofeo. Un motivo in più per sperare in casa Napoli, visto che Ancelotti ha fatto capire che lui sulla seconda competizione europea ci vuole puntare eccome. Nessuna idea di snobbare l'Europa League, anzi. Perché il successo per una squadra retrocessa dalla Champions può essere davvero alla portata.

APRIPISTA
La prima squadra ad aver sollevato il trofeo da retrocessa è stato lo Shakhtar nella stagione 2008-09. All'epoca si chiamava ancora Coppa Uefa, ma era l'ultimo anno, perché la riforma che portava all'Europa League era stata già approvata e avviata. Quella era la squadra guidata da Lucescu e puntava sull'asse tutto brasiliano. L'attacco era affidato ai piedi di Luiz Adriano (poi meteora al Milan), capace di segnare anche un gol in finale contro il Werder Brema a Istanbul.

DOMINIO SPAGNOLO
Specialisti nella pratica le squadre spagnole. Perché il colpo Europa League da retrocessa in Champions è riuscito due volte all'Atletico Madrid (2011-12 e 2017-18) e una al Siviglia (2015-16). I Colchoneros sono anche i campioni in carica. Eliminati un anno fa dal girone della Roma, i ragazzi di Simeone sono arrivati fino alla finale di Lione contro il Marsiglia trascinati dalle giocate e dai gol di Griezmann e Diego Costa. Nessun contraccolpo psicologico dopo l'eliminazione in Champions, ma mente già rivolta all'obiettivo finale raggiunto senza troppi sforzi. L'ultimo atto, agilmente superato con un netto 3-0, è diventato una mera formalità, che ha ricordato l'impresa del 2012 a Bucharest. In quell'occasione si giocava la finale tutta spagnola contro l'Athletic Bilbao. In panchina c'era sempre Simeone e in difesa c'era già Diego Godin, ma l'attacco era guidato da Falcao e Fernando Torres. Storia diversa per il Siviglia, capace di conquistare addirittura 3 Europa League di fila (le edizioni dal 2014 al 2016) guadagnandosi di diritto il ruolo di specialisti della competizione. Quella del 2016 è stata l'unica vittoria arrivata dalla retrocessione dalla Champios. In panchina Unay Emery, in campo Nzonzì, oggi centrocampista della Roma. Netto il successo in finale (1-3) contro il Liverpool di Klopp a Basilea.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO





Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon
Video

Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon

  • Il No Excuses tour del campione di esports senza braccia e gambe

    Il No Excuses tour del campione di esports...

  • Napoli, Ancelotti all'Università Vanvitelli

    Napoli, Ancelotti all'Università...

  • Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

    Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

  • Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto...

  • Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

  • Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora capito quali sono i malumori di Higuain»

    Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora...

  • Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la Coppa Italia

    Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
rebaldo
2018-12-14 14:26:10
Maiorano, ma tu credi ancora alle parole di Ancelotti? Dopo che si è autoproclamato un "coglione", considerando perciò che le spara grosse ma che se ne assume la paternità e alla fine ci scherza sopra, ci vuole un pò di humour quando si scrive sul Napoli (come faceva nei suoi articoli il grande Giuseppe Pacileo che voi giovani del Mattino non avete conosciuto e dal quale nulla potete aver appreso...)

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT