ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, ecco perché questa squadra
è diventata pura filosofia kantiana

Napoli, ecco perché questa squadra
è diventata pura filosofia kantiana

Come tutte le cose, anche le partite di pallone possono e anzi devono, in taluni casi, divenire oggetto di un'analisi che vada al di là delle semplici jastemme per il numero di gol non segnati da Insigne, Mertens e Callejon per via delle altrettante parate messe a segno dal portiere avversario, specie quando quest'ultimo è uno juventino mascherato da bohemien come Gianluigi Buffon. E volendo trovare una ragione un po' più alta al pareggio portato ieri a casa dal Napoli è evidente che l'unico soccorso speculativo può arrivare da Kant e dalla sua critica del Giudizio. So che può sembrare una strunzat ma non lo è. Seguitemi.
 

 

Nella sua opera ingiustamente meno nota, il pensatore tedesco chiariva le caratteristiche della bellezza. E non si esagera se si afferma che se avesse visto il Napoli ieri, soprattutto nel secondo tempo, o scienziat avrebbe formulato meglio il suo pensiero. Guardando il tackle imperiale con cui Koulibaly ha neutralizzato Mbappé, infatti, col cazz che Kant avrebbe detto che il bello è un fatto soggettivo. E se è assai probabile che osservando le scorribande su e giù per la fascia destra di Callejon avrebbe mantenuto intatto il concetto di bellezza e quantità, è prevedibile invece che mirando il rigore messo a segno con tecnica impeccabile da Insigne avrebbe trovato un esempio perfetto per la sua idea di qualità. Osservando infine attentamente quell'esemplare di Homo Ringhians che è Allan, avrebbe cambiato idea sul concetto di sublime. Sublime non sarebbe stato, come diceva lui, qualcosa che si sente nell'animo dopo un momento di sconforto ma i giri forsennati da piranha attorno a Di Maria, i tunnel sfacciati in mezzo alle cosce di Neymar, gli occhi piantati negli occhi di Verratti. Quello è sublime. E nessun pareggio può sminuirne il valore, ok?


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni
Video

Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni

  • Nazionale, Mancini: «Ora le gare contano, cerchiamo risultati importanti»

    Nazionale, Mancini: «Ora le gare...

  • Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con Kessie ci siamo chiariti»

    Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con...

  • Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo all’asilo, se avessi visto mi sarei buttato nella mischia»

    Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo...

  • Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

    Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

  • Universiadi Sandro Cuomo si cimenta con il chanbara

    Universiadi Sandro Cuomo si cimenta con il...

  • Salisburgo-Napoli, i commenti dei comici di Made in Sud

    Salisburgo-Napoli, i commenti dei comici di...

  • Salisburgo-Napoli 3-1, il commento dell'inviato Ventre

    Salisburgo-Napoli 3-1, il commento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
Amundsen
2018-11-07 21:13:10
Grande Anna! Magari tutti i commenti sul calcio fossero come i tuoi.
giovauriem
2018-11-07 15:16:14
caro surfista, scusa se la nostra ignoranza non è pari alla tua, per ciò che riguarda "gengis kant" l'abbiamo buttata li per vedere l'effetto che fa! ah ah ah!
sasimosepl
2018-11-07 13:47:52
ok prendo atto che surfista conosce kant, ora posso dormire tranquillo
peppos
2018-11-07 12:56:25
Non può sorridere il surfista perchè di sicuro sta tradendo un'anima nera. Anzi bianco-nera. Brava Anna !
sebeto
2018-11-07 11:08:13
Surfista... e fattélla 'na risata!!!

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT