ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, cavalcata da record:
meglio del Barça, solo il City è avanti

Napoli, la cavalcata dei record:
meglio del Barça, resiste solo il City

È azzurra la domenica di Napoli che dopo il 4-1 alla Lazio dimentica una settimana trascorsa tra infortuni e dubbi e si gode la vetta della classifica. I brividi della vigilia spazzati via con il secondo tempo da incorniciare che ha portato la ventesima vittoria su 24 partite, uno score che porta il Napoli al secondo posto tra le migliori squadre d'Europa come media punti: con il pari di oggi del Barcellona con il Getafe, infatti, il Napoli ha superato i catalani salendo a una media punti di 2,62 a partita, dietro soltanto al Manchester City a 2,67.

E i numeri esaltano anche Dries Mertens che è tornato a segnare con chirurgica precisione ed è ora salito a 15 gol in campionato. Unica nota negativa di ieri l'allarme per la schiena di Marek Hamsik che ha dovuto lasciare il campo all'intervallo come spiega oggi lui stesso: «Ho avvertito dolore alla schiena - scrive sul suo sito web - e con Sarri abbiamo deciso di restare negli spogliatoi. Quanto starò fuori? Lo staff medico farà il massimo».

Hamsik riposerà sicuramente nel match di Europa League contro il Lipsia in programma al San Paolo giovedì e in cui Sarri si prepara a un consistente turnover, anche se gli uomini a disposizione sono contati. Anche per questo il club potrebbe guardare al mercato degli svincolati per aggiungere un terzino di riserva visto che Ghoulam si rivedrà in campo solo l'anno prossimo. A lui dedica la vittoria il capitano azzurro: «Dedichiamo la vittoria a Ghoulam. Siamo dispiaciuti per l'infortunio, abbiamo giocato anche per lui», scrive Hamsik.

Lo slovacco lascerà il posto a Zielinski, mentre davanti si prospetta un tridente composto da Insigne, Callejon e Ounas, vista la squalifica di Mertens. E a proposito di attacco, arrivano dall'Olanda nuove, enigmatiche dichiarazioni di Amin Younes, già sotto contratto con il Napoli dal 1 luglio: «Sono felice di essere qui, l'Ajax è una squadra speciale per me. Non importa quello che succederà in futuro, questo club per me resterà speciale. Sono curioso di sapere cosa accadrà in futuro ma ora l'unico obiettivo è vincere il campionato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Donnarumma, la parata e gli insulti (in napoletano)
Video

Donnarumma, la parata e gli insulti (in napoletano)

  • Milan-Napoli 0-0, il commento di Roberto Ventre

    Milan-Napoli 0-0, il commento di Roberto...

  • Milan - Napoli, i pronostici dei tifosi

    Milan - Napoli, i pronostici dei tifosi

  • Milan-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

    Milan-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

  • Mertens, allenamento extra in palestra

    Mertens, allenamento extra in palestra

  • Juve, Del Piero contro Buffon: «Non ho capito l'attacco all'arbitro»

    Juve, Del Piero contro Buffon: «Non ho...

  • Champions, super Juve ma al 97' arriva la beffa su rigore

    Champions, super Juve ma al 97' arriva...

  • Buffon ufficializza il suo addio al calcio: «Mi mancheranno i ragazzi, ma la vita va avanti»

    Buffon ufficializza il suo addio al calcio:...

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT