ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, anno primo dopo Hamsik
ma la risposta del pubblico è fredda

Napoli, anno primo dopo Hamsik
ma la risposta del pubblico è fredda

Trovare stimoli in campionato pensando alla Coppa. È questa la missione di Carlo Ancelotti nel motivare il suo Napoli per la sfida di domani sera al Torino. Con la Juventus che continua a viaggiare a ritmi record e l'Inter al terzo posto alla rassicurante distanza di nove lunghezze, gli azzurri vedono ormai l'obiettivo scudetto realisticamente lontanissimo e il secondo posto che sembra blindato. Per il primato, infatti, in caso di successo la distanza tornerebbe domani sera a 11 punti a 14 giornate dalla fine del campionato, un divario davvero arduo da recuperare. Lo sa anche il pubblico del San Paolo che si avvicina con grande freddezza alla sfida ai granata dell'ex tecnico azzurro Mazzarri: gli spettatori attesi domani sera non toccheranno infatti i ventimila, seguendo un trend negativo che la società spera si inverta per l'appuntamento di giovedì prossimo in Europa League contro lo Zurigo per il ritorno dei sedicesimi. Carlo Ancelotti si tiene però stretto il San Paolo che è un fortino: Insigne e compagni vengono da sei vittorie consecutive in casa, una striscia cominciata all'Immacolata contro il Frosinone e che parla di 15 gol segnati e solo 3 subiti. Un cammino che non trova però rispondenza in trasferta, per questo la Juventus resta lontanissima.

Nella prima partita dopo l'addio ufficiale di Marek Hamsik, Ancelotti valuta l'undici iniziale anche in relazione ai sedicesimi di Europa League, che al momento resta l'obiettivo numero uno. La buona notizia arriva dall'attacco e da Dries Mertens che ha recuperato i fastidi muscolari ed è stato convocato, anche se probabilmente partirà in panchina, lasciando spazio alla coppia Milik-Insigne. In difesa ci sono chances per Luperto al fianco di Koulibaly, mentre a destra dovrebbe tornare Hysaj per Malcuit. I dubbi sono anche a centrocampo, dove Diawara si candida per una maglia da titolare e Ancelotti potrebbe essere tentato di far rifiatare Fabian Ruiz nelle rotazioni post-Hamsik. Out, invece, Ounas e Mario Rui, infortunati, mentre in panchina con chance di affacciarsi in campo anche Chiriches, che ha ormai recuperato dallo stop al ginocchio e vuole rientrare nelle rotazioni azzurre. Lo scorso anno finì con un rocambolesco 2-2, con il Napoli due volte in vantaggi e due volte rimontato. Stavolta Ancelotti vuole i tre punti per guardare con serenità all'Europa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Insigne scatenato canta “La Mano de Dios” mentre fa nuovo tatuaggio
Video

Insigne scatenato canta “La Mano de Dios” mentre fa nuovo tatuaggio

  • Napoli-Inter, i tifosi ringraziano la squadra ma sperano nel futuro

    Napoli-Inter, i tifosi ringraziano la...

  • Napoli-Inter 4-1, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Inter 4-1, il commento di Roberto...

  • Napoli-Inter, l'attesa dei tifosi: «Salutiamoci con una vittoria»

    Napoli-Inter, l'attesa dei tifosi:...

  • De Laurentis e l'operazione De Rossi: «È un giallo, che la Roma sia stata venduta?»

    De Laurentis e l'operazione De Rossi:...

  • Serie A, De Laurentis apre a De Rossi: «Lo prenderei anche subito al Napoli»

    Serie A, De Laurentis apre a De Rossi:...

  • Juventus, Agnelli abbraccia Allegri e gli regala una maglia speciale

    Juventus, Agnelli abbraccia Allegri e gli...

  • Juventus, Agnelli: «Allegri ha scritto da solo la storia della Juve»

    Juventus, Agnelli: «Allegri ha scritto...

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT