ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

«Un giorno all'improvviso» Napoli canta il suo amore: il coro azzurro diventa un libro | Foto

«Un giorno all'improvviso» Napoli canta il suo amore: il coro azzurro diventa un libro | Foto

«E oggi come allora difendo la città». Chi ancora non crede che ci sia un legame inscindibile tra Napoli e la sua squadra ci calcio; chi dubita che il pallone, grazie ai colori azzurri, sia anche cultura e riscatto sociale di un intero territorio, dovrà ricredersi leggendo il libro «Un giorno all'improvviso» (Rogiosi Editore, pagg. 160, euro 10) di Rosario Bianco e Danilo Iervolino, quest'ultimo fondatore e presidente dell'università telematica Pegaso.

Un instant book non solo sulla meravigliosa stagione calcistica che sta disputando la squadra di Sarri, ma un momento di riflessione sulla figura del tifoso e della sua passione, dei suoi trascorsi e delle sue espressioni più folcloristiche - quasi artistiche - per le strade partenopee.Prendendo spunto dall'irresistibile motivetto da stadio nato sulle note della canzone dei Righeira degli anni 80 «L'estate sta finendo», e che sta conquistando menti e cuori di chi ha cari i colori azzurri, ecco che parte un viaggio tra vicoli, piazze, murales di Maradona, esterni e interni del San Paolo grazie alle sempre poetiche foto di Sergio Siano.

Il resto sono ricordi, impressioni, suggestioni sulla squadra di ieri e di oggi, sull'entusiasmo e l'amore di sempre grazie ai contenuti di Iervolino e Bianco e di vari tifosi doc come Raffaele Auriemma, Enrico Caria, Mimmo Carratelli, Samuele Ciambriello, Gianluca Cirillo, Valentina Comella, Vito Coppola, Claudio Cuomo, Bruno D'Urso, Maurizio de Giovanni, Luigi De Magistris, Corrado Ferlaino, Francesco Fimmanò, Nicola Graziano, Paolo Grimaldi, Sergio Maiorino, Catello Maresca, Paola Migliore, Antonello Perillo, Angelo Petrella, Angelo Pisani, Gigio Rosa, Nicola Russo, Giulio Scaramuzzino, Crescenzio Sepe, Giuseppe Tesauro, Simona Vassetti, Carlo Zazzera.L'inno - nato sul finale della scorsa stagione dietro suggerimento del capotifoso Pasquale D'Angelo, scomparso un anno fa durante la trasferta di Europa League a Mosca - è analizzato verso per verso. Il sindaco De Magistris lo definisce «la colonna sonora di una città perché chi lo canta lo interpreta con dolore, riscatto e passione, e chi lo urla a squarciagola la domenica rivendica tutto l'amore per una città unita» perché, aggiunge, «a Napoli, squadra e città sono una cosa. Una carne sola». Un coretto che sta portando bene, come traspare anche dalle parole del cardinale Crescenzio Sepe: «Sento che da queste vittorie può partire una stagione nuova per Napoli. E allora cantate, fratelli miei. Cantate e fatelo pure quando vi trovate a lottare contro le ingiustizie. Mettetevi insieme per risollevare le sorti della vostra gente». Perché se il cuore batte e non ci si chiede perché, il motivo è uno solo, e lo spiega l'editore Rosario Bianco: «Tutto passa, l'amore per la squadra invece no»


© RIPRODUZIONE RISERVATA



E Mertens intona (insomma) "Oh happy day"
Video

E Mertens intona (insomma) "Oh happy day"

  • Cena del Napoli, Anastasio canta con Hysaj e Verdi

    Cena del Napoli, Anastasio canta con Hysaj e...

  • L'arrivo alla cena degli Ancelotti, dei giocatori e di De Laurentiis

    L'arrivo alla cena degli Ancelotti, dei...

  • Anastasio, il trionfatore di X Factor 2018 alla cena del Napoli

    Anastasio, il trionfatore di X Factor 2018...

  • Cagliari-Napoli 0-1, il commento di Roberto Ventre

    Cagliari-Napoli 0-1, il commento di Roberto...

  • Napoli, folla e ressa di turisti al centro storico

    Napoli, folla e ressa di turisti al centro...

  • Cagliari-Napoli, il pronostico dei tifosi

    Cagliari-Napoli, il pronostico dei tifosi

  • Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

    Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT