ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli in lutto: è morto il «Petisso» Pesaola | Il tuo ricordo

Napoli in lutto: è morto il «Petisso» Pesaola | Lascia il tuo ricordo

E' morto un mito del calcio napoletano: Bruno Pesaola, 89 anni, soprannominato il Petisso.





Era stato prima giocatore e poi allenatore del Napoli, vincendo la Coppa Italia del 1962 e la Coppa italo-inglese del 1977 e salvando la squadra dalla retrocessione nel 1983. Nel suo palmares lo scudetto vinto sulla panchina della Fiorentina nel 1969. Pesaola, ricoverato per problemi di circolazione all'ospedale Fatebenefratelli, è morto per un collasso cardiocircolatorio. In arrivo a Napoli il figlio dell'ex calciatore e allenatore, Roberto.



Il saluto del Napoli. Su Twitter il Napoli ha salutato così l'argentino: «Un pezzo della nostra storia ci ha lasciati, ciao Petisso».











Ai funerali il gonfalone del Comune. «Ci ha lasciato il “Petisso”, argentino di nascita ma napoletano nel cuore. Napoli non ti dimenticherà». Con queste parole il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha commentato la morte di Bruno Pesaola. Il sindaco de Magistris, fanno sapere dal Comune, ha dato disposizioni affinché ai funerali di Pesaola sia presente il gonfalone della città.



La Fiorentina: per sempre nei nostri cuori. La Fiorentina si unisce al lutto per la morte di Pesaola. Il "Petisso" guidò i viola alla conquista dello scudetto nella stagione '68-'69. «La proprietà, la dirigenza e tutta la società viola si stringono con affetto al dolore della famiglia Pesaola. Il ricordo di Pesaola resterà per sempre nei cuori di tutti coloro che amano la Fiorentina» scrive il club viola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon
Video

Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon

  • Il No Excuses tour del campione di esports senza braccia e gambe

    Il No Excuses tour del campione di esports...

  • Napoli, Ancelotti all'Università Vanvitelli

    Napoli, Ancelotti all'Università...

  • Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

    Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

  • Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto...

  • Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

  • Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora capito quali sono i malumori di Higuain»

    Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora...

  • Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la Coppa Italia

    Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
gfl46
2015-05-30 14:05:56
Persona Vera Co Bruno Pesaola il calcio e Napoli perde uno dei maggiori esponenti che hanno rappresentato il Napoli e soprattutto amato Napoli e ci sono rimasti tutta la vita;i nostri beniamini sono rimasti loro i Vinicio i Cane i Pesaola gente che ha amato Napoli e ne ha fatto una scelta di vita e di amore ;oggi e che parliamo affare costano un occhio della fronte son mercenari e quando falliscono dicono che gli manca la mogliettina :i quaquaraqua
panchinaro
2015-05-30 12:59:24
Le persone speciali Pesaola apparteneva al genere delle persone speciali: quelli che passano su questa terra lasciando qualcosa di se. Sono quelli che quando parlano, vogliono dialogare e non imporre il proprio pensiero, quelli che hanno coraggio in ogni circostanza, quelli a cui vorresti somigliare in qualche loro virtù. Esse hanno un qualcosa di indefinibile: stile? classe?. Queste persone speciali, poi, nello sport (quello vero), emergono ancora più chiaramente. La passione per il calcio maturata nell\'epoca coincidente con le gesta del \"Petisso\", è un dono che ti addolcisce la vita, che ti accompagna per la vita. Se lo hai, una partita di serie D può essere più godibile di una di A. Mi auguro che la città saprà omaggiare adeguatame questo piccolo grande uomo, anzi ne sono sicuro.
vanni
2015-05-30 10:20:43
I calciatori dell\'attuale Napoli dovrebbero prendere esempio da questo esemplare calciatore. Caro Petisso, ti ricordo insieme alla tua squadra: Bugatti-Comaschi-Greco II-Morin-Franchini-Posio-Vitali-Beltrandi-Vinicio-Pesaola-Brugola. Altri tempi, altri calciatori............
esposito.juris@libero.it
2015-05-30 08:48:24
Un ricordo Caro \"Petisso\", amico dei bei tempi passati, da lassù fumati un’altra sigaretta ma guarda altrove, quaggiù non è più Calcio.
spaccanapoli
2015-05-30 06:23:03
che ricordi e chi puo\' dimenticarlo? un grande tra i grandi che ci lascia. Ascoltavo le partite del Napoli con la radio, gol.....Pesaola !!!!! Quella era l\'epoca che giocava insieme al portiere Bugatti che mi mando\' una sua foto con dedica. Un pezzo della mia vita che va via, era un buono Pesaola, amava Napoli come Napoli lo amava ! Ciao caro Bruno che il signore ti accolga nelle sua braccia !

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT