ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Posto Champions e futuro di Insigne
Napoli, il futuro si gioca a Frosinone

Posto Champions e futuro di Insigne
il Napoli si gioca tutto a Frosinone

Al Napoli rimane un ultimo traguardo da raggiungere, un risultato importante che tiene ancora viva la fiammella del campionato: la qualificazione in Champions League. La squadra di Ancelotti l'avrebbe potuta raggiungere matematicamente se avesse battuto l'Atalanta, mettendo 15 lunghezze di distacco da quella che sarebbe stata a quel punto la quinta in classifica, cioè la Roma. A cinque giornate dal termine del torneo, con il vantaggio degli scontri diretti con i giallorossi, il gioco sarebbe stato fatto. La sconfitta con l'Atalanta, invece, rimette tutto in discussione.

Ora i punti di vantaggio sulle quinte (Milan e Atalanta) sono solo 11 e con cinque gare da giocare non c'è ancora la sicurezza della qualificazione, anche se il vantaggio è molto consistente. Il chiodo fisso di Ancelotti è comunque raggiungere al più presto il traguardo. E anche mantenere il secondo posto alle spalle della Juventus viene considerata una priorità. Proprio in considerazione di questi presupposti la partita di domenica a ora di pranzo con il Frosinone riveste una certa importanza.

Un vittoria degli azzurri allo Stirpe significherebbe qualificazione matematica solo in caso di contemporanea sconfitta di Milan e Atalanta, circostanza improbabile. Ma è evidente che mantenere quantomeno 11 lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici con sole altre quattro gare da giocare, metterebbe il Napoli al riparo da qualsiasi sorpresa. Ancelotti sta preparando dunque con particolare meticolosità e attenzione la partita.

Il Frosinone in caso di sconfitta potrebbe a sua volta dire matematicamente addio alla serie A. La squadra di Baroni venderà dunque cara la pelle e sicuramente per il Napoli ci sarà da combattere e forse anche da soffrire. Quanto alla formazione che il tecnico di Reggiolo manderà in campo contro i laziali, è ancora tutto in alto mare. Il centrocampo è l'unico reparto in cui non ci sono praticamente alternative per cui dovranno giocare Callejon, Allan, Ruiz e Zielinski. Varie sono invece le possibilità di scelta che si offrono ad Ancelotti in difesa e in attacco. Tutta da verificare la presenza in campo di Insigne, tenuto in panchina contro l'Atalanta dopo la sostituzione con l'Arsenal, sottolineata dagli impietosi fischi dei tifosi. Da quel giorno le voci sul destino del capitano lontano da Napoli si rincorrono. Ancelotti, però, potrebbe regalare ancora una volta una sorpresa, rimettendolo proprio a Frosinone alla guida dell'attacco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia l'atmosfera che De Rossi merita»
Video

Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia l'atmosfera che De Rossi merita»

  • Napoli, messaggi d'auguri a De Laurentiis: «Ma adesso investiamo»

    Napoli, messaggi d'auguri a De...

  • «It's Sarri ball», una canzone dance per Maurizio Sarri

    «It's Sarri ball», una...

  • Universiadi, gli ambasciatori dello sport napoletano pronti per luglio

    Universiadi, gli ambasciatori dello sport...

  • Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32 squadre

    Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32...

  • «Triste perché De Rossi se ne è andato», il tema del bimbo diventa virale

    «Triste perché De Rossi se ne...

  • Europei U21, Di Biagio: «Abbiamo l'obbligo di provare a vincere»

    Europei U21, Di Biagio: «Abbiamo...

  • Premio Gentleman, Barzagli: «Il saluto dello Stadium? Un'emozione incredibile»

    Premio Gentleman, Barzagli: «Il saluto...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
luigipetagna@tiscali.it
2019-04-26 14:14:13
Insigne hai sbagliato tutto.
luigipetagna@tiscali.it
2019-04-26 14:13:39
Insigne hai sbagliato tutto.
Giacominocasanova
2019-04-25 10:08:30
Comunque a ragione drnice è uno dei pochi canteri... vabbè ce ne faremo una ragione tanto dovunque andrà resterà sempre Nunsigne!! Ma chi glieli deve dare 4.5Milioni???
ilpicchio
2019-04-25 09:14:01
Meglio Mertens, due goal da febbraio 2018 a fine campionato...10 goal quest'anno in partite inutili, mai determinante a livello di partite europee, ma sempre applaudito anche quando come domenica con l'Atalanta si è divorato goal a go go...ma lui è Ciruzzo ed ai tanti competenti calcistici questo piace! Per non parlare di MILiK, che sbagliò il goal scudetto a Milano l'anno scorso, ha sbagliato il goal qualificazione Champions contro il Liverpool, ha sbagliato il goal di testa contro l'Arsenal che avrebbe potuto cambiare la partita...ma i fischi sono per Insigne! Purtroppo dai tempi di Juliano ad oggi, la Storia non cambia e con essa, purtroppo, anche i successi!
drnice
2019-04-24 23:22:05
se ha scelto raiola coma manager evidentemente qualche pensiero l'ha fatto. a me dispiace perchè ,tra le altre cose, è il solo ragazzo della "cantera"che il napoli ha tirato fuori in 10 anni e più.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT