ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Sarri pensa già al prossimo anno:
«Resto se posso far felici i tifosi»

Sarri pensa già al prossimo anno:
«Resto se posso far felici i tifosi»

Il Napoli regala un tempo al Milan e non va oltre lo 0-0 a San Siro contro i rossoneri. Gli azzurri, in attesa della gara della Juventus, non riescono a riavvicinare i bianconeri in vetta alla classifica e si allontanano dal sogno scudetto. «Ma a noi non interessa quello che farà la Juventus», precisa Sarri al fischio finale. «Noi stiamo facendo il nostro percorso e lo stiamo facendo bene. Se avessimo giocato questa partita mesi fa, avremmo ricevuto elogi da tutti, invece in questo momento dell'anno contano solo i risultati. La squadra oggi ha fatto bene e deve continuare a fare così. Un pizzico di rammarico c'è più per la gara di Reggio Emilia contro il Sassuolo, se l'avessimo inerpretata così avremmo preso qualche punto in più».

«Se escludiamo un paio di cross, oggi non abbiamo concesso nulla», ha continuato Sarri. «C'è rabbia? Se i miei calciatori sono arrabbiati è ancora meglio. Su noi ci sono tante aspettative e questa cosa fa piacere, ma dobbiamo continuare a pensare solo a noi stessi». Protagonista sfortunato nel finale anche Arkadiusz Milik. «Stiamo provando ad aumentare il suo minutaggio. Se lo schierassimo dall'inizio dovremmo fare di certo una sostituzione. Adesso avremo tre gare ravvicinate, vedremo se farlo partire dal primo minuto. Visti i suoi ultimi diciotto mesi, è in una forma straordinaria».

La gara di oggi a Milano, però, resta una buona prestazione per l'allenatore azzurro. «Il Milan oggi è una squadra solida e che concede poco. Se li avessimo affrontati in un momento migliore per i nostri attaccanti, probabilmente avremmo anche vinto alla fine. Non so se manchino i calciatori, a me piace plasmare i miei giocatori, ma non so se basti per la vittoria. Per vincere servono calciatori importanti che costano molto, noi siamo un mix di tanti elementi, vedremo dove arriveremo», l'idea del toscano. «Lo scontro con Biglia? Pensavo avesse fatto un gesto ad Insigne, alla fine ci siamo chiariti, mi ha spiegato il suo gesto e si è risolto tutto».

«Se ho la percezione di poter ripagare l'amore della tifoseria a suon di risultati, io rimango volentieri, senza trattative economiche. Se non ho questa percezione rimango meno volentieri. Ho un dubbio mio interiore, e ho la fortuna di avere un presidente che non mi sta rompendo e si sta dimostrando comprensivo e affettuoso». Così Maurizio Sarri sul suo futuro sulla panchina azzurra. «Ne parlo per l'ultima volta - ha chiarito nel post partita del Meazza - Un contratto ce l'ho, fino al 2020, se il presidente non avesse la generosità di propormi un rinnovo guadagnerei come adesso, che è una bella botta rispetto a qualche anno fa però è inferiore rispetto a qualche altro allenatore. Il presidente ha dato la disponibilità, quindi il problema economico avrebbe incidenza zero. Tengo conto solo di un aspetto, non per rimanere o andare via: per rimanere volentieri o meno volentieri. Io non pago la clausola, su questo il presidente può stare certo».

Poi una battuta sul rinnovo, atteso da tutta la tifoseria azzurra. «È un discorso che in questo momento penso non interessi a De Laurentiis né a me. Fra noi il problema non è economico, la disponibilità del presidente mi sembra totale, quello economico non sarà un problema decisivo alla fine. La mia volontà? Se posso far contento questo popolo allora resto volentieri, altrimenti resterei meno volentieri. I tifosi vanno ripagati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Napoli, la nuova maglia col logo della pantera
Video

Napoli, la nuova maglia col logo della pantera

  • Cristiano Ronaldo, sei pasti al giorno ogni 3-4 ore: ecco la dieta CR7

    Cristiano Ronaldo, sei pasti al giorno ogni...

  • Gli azzurri in piazza per lo spettacolo di Made in Sud

    Gli azzurri in piazza per lo spettacolo di...

  • «Giuve, Giuve...», Cristiano Ronaldo canta sottovoce

    «Giuve, Giuve...», Cristiano...

  • Trionfo Francia, la gioia del console a Napoli Seytre

    Trionfo Francia, la gioia del console a...

  • Peppe Barra incanta Capodimonte

    Peppe Barra incanta Capodimonte

  • Napoli-Gozzano 4-0: il videocommento di Roberto Ventre

    Napoli-Gozzano 4-0: il videocommento di...

  • Roberto Ventre da Dimaro: per il Napoli una zona mista

    Roberto Ventre da Dimaro: per il Napoli una...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
luigipetagna@tiscali.it
2018-04-17 09:14:46
Di chi è la colpa se non di Sarri, se la squadra è a questi livelli. Spompata, spremuta. Sono stufo del calcio stucchevole che fa il Napoli. Altro che il calcio più bello del mondo. Un milione di passaggi all'indietro che non fanno ne' punti e né goal, il tuo grande, grandissimo errore è stato quello di non sapere amalgamare la squadra. Undici calciatori che giocano sempre, 3 o 4 che giocano come sostituti e altri 10 non giocano mai. Puoi andare via senza ripianti.
felipe
2018-04-16 15:07:40
Ho SEMPRE criticato aspramente Sarri, fin dal primo anno, non condividendo la sua filosofia di calcio, ma ora che lo criticano tutti, finanche i giornalisti del Mattino... io lo difendo: Sarri sta per chiudere il Campionato, nelle peggiore ipotesi, rispettando ampiamente gli obiettivi della Società! I fatti sono questi. Nessuno gli ha mai chiesto di battere la Juve e vincere lo scudetto. Questa sfida, questa lotta all'ultimo sangue, è stata creata in maniera fittizia dai Media coinvolgendo squadra ed ambiente. Un grave errore, che ora si avvia a trasformarsi in una penosa e ipocrita critica. A partire da coloro che lo hanno fin qui osannato, a prescindere, per i loro interessi di bottega. Sarri NON è un grande allenatore e nel Napoli NON vi sono fuoriclasse! Punto. Partiamo da questo due verità per onestà intellettuale e per evitare le giravolte nei giudizi di queste ore. E a De Laurentis, ottimo Presidente a confronto di tanti altri, chiedetegli solo, a muso duro, di smetterla di fare dichiarazioni che si ripetono da dieci anni: non abbiamo gli anelli al naso....
rebaldo
2018-04-16 14:34:36
Ma perchè devi restare "meno volentieri"? Caccia le palle e dici che rimani solo se il presidente gli compra quei giocatori di prima scelta che finora non gli ha mai comprato. Restare malvolentieri solo per un contratto già firmato senza ottenere nessuna garanzia di ottenere quei successi che la tifoseria chiede e alla quale Sarri si dichiara riconoscente, mi sembra un vero suicidio!
felipe
2018-04-16 17:26:10
Non voglio difendere il Presidente, ma perchè avrebbe dovuto svenarsi comprando giocatori che non avrebbero mai giocato? E chi è Sarri per "pretendere" dalla Società una squadra da scudetto? Benitez aveva almeno un curriculum di tutto rispetto, ma Sarri cosa ha vinto, il torneo del Valdarno? Vuole andare via? E vada!
nuaio
2018-04-16 11:28:42
Per me puo' andare ! ha dimostrato quanto vale e quanto puo' dare.Inutile chiedergli di piu'. Semplicemente non e' capace di crescere ulteriormente,fino alla gestione ottimale di T U T T A la rosa.Credo che sia piu' opportuno puntare su Giampaolo della Samp.Idee migliori e buona gestione del gruppo.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT