ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

JUVE-NAPOLI 1-0 | La maledizione dello Stadium colpisce ancora, azzurri sconfitti da un gol di Zaza. Sorpasso bianconero

Juve-Napoli 1-0 | La maledizione dello Stadium colpisce ancora, azzurri sconfitti da un gol di Zaza. Sorpasso bianconero

Torino. La Juve vince il match scudetto e scavalca il Napoli in testa alla classifica. Vittoria di misura (1-0), la quindicesima di fila della squadra bianconera, s'interrompe ad otto invece la serie azzurra ma la sfida per il tricolore è ancora apertissima con gli azzurri che hanno tutte le carte in regola per reagire.
 


La beffa arriva a tre minuti dalla fine targata Zaza. L'attaccante della Juve, subentrato nella ripresa a Morata, s'inventa una giocata fulminea e scarica in porta, tiro che beffa Reina per la deviazione di Albiol. Una beffa perchè si tratta dell'unico tiro nello specchio della porta dei bianconeri. Il Napoli pur non brillando in fase offensiva comunque ha creato una palla gol pericolosissima di Albiol, sventata da Buffon, e in un'altra chance Bonucci è stato bravissimo ad anticipare Higuain. Partita molto bloccata con gli azzurri che con il passare dei minuti hanno giocato in maniera più propositiva aumentando il possesso palla ma senza trovare il guizzo decisivo negli ultimi venti metri per il controllo molto attento sul Pipita e su Insigne. Buono però anche il lavoro in fase difensiva del Napoli che concede poco ai bianconeri ma la giocata decisiva di Zaza nel finale condanna gli azzurri a un ko amarissimo.
 


Juventus-Napoli 1-0

Juventus (4-4-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci (7' st Rugani), Barzagli, Evra; Cuadrado, Kedira, Marchisio, Pogba; Dybala (40' st Alex Sandro), Morata (12' st Zaza). In panchina: Neto, Rubinho, Hernanes, Padoin, Sturaro, Pereyra, Favilli, Romagna. All.: Allegri.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (44' st Gabbiadini), Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne (31' st Mertens). In panchina: Rafael, Gabriel, Strinic, Valdifiori, Maggio, Regini, David Lopez, Chiriches, El Kaddouri, Chalobah. All.: Sarri.

Rete: Zaza 42' st Arbitro: Orsato di Schio
Note: Spettatori 41.305 (2.106,830).
Ammoniti: Callejon, Marchisio.
Recupero: 0', 2'.


IL RACCONTO DELLA PARTITA (di Marco Perillo)

Napoli in campo con la maglia rossa. Grande intensità in avvio. Bolgia bianconera sugli spalti, ma partenopei senza paura. Juve con la difesa a 4 e ranghi serrati a centrocampo. Gli azzurri cercano il gioco arioso con le fasce, ma con ordine e calma. Al 4' numero di Koulibaly che s'invola in area bianconera, poi l'azione sfuma. 
Pogba semina il panico al 7' ma Hysaj chiude bene. 

E' battaglia in mediana, dove Allan combatte su ogni pallone. Un po' isolato Higuain lì in avanti. Cuadrado è una spina nel fianco, sospinto da uno Stadium indiavolato. Al 10' grande azione a centrocampo di Insigne che non becca il Pipita per un soffio. Il Napoli alza a questo punto il baricentro, la pressione è a mille. 

Al 13' Cuadrado prova il destro: Reina para comodamente. Poco dopo brutto fallo di Morata su Callejon, non sanzionato. Si fa male Bonucci - scontro con Khedira - al 15', polemiche perché il Napoli prosegue l'azione d'attacco. Si scalda Rugani a bordocampo, ma poi Bonucci rientra. 

Al 19' punizione da 20 metri di Pogba: tiro potente ma fuori. Ci prova anche Marchisio, che svirgola completamente al momento del tiro. 

Allo Stadium si alza il coro "Un giorno all'improvviso" come sfottò per gli azzurri. 

Pericoloso Dybala al 28'; angolo per la Juve. I bianconeri provano una sorta di assedio per qualche minuto. Il Napoli tiene. 

Higuain fino al 30' appare come isolato lì in avanti. Pochi palloni buoni per il Pipita marcato a vista. Unica cosa buona un tocco per Allan che va al tiro sbilenco. Al 34' occasionissima per Higuain, ma Bonucci gli nega il gol con un intervento in spaccata. Nell'azione seguente Albiol va al tiro ma Buffon para. 

Ancora Napoli al 37', traversone di Callejon ma Higuain non aggancia. Due minuti dopo Marchisio va al tiro da fuori, Reina para. Ma è Cuadrado a scompigliare spesso la pur attenta difesa azzurra. Brividi al 41' quando Pogba prova a soprendere Reina dalla distanza, ma la 'bordata' è fuori. 

E' la Juve a fare il gioco in questo primo tempo, gli azzurri contengono ma non riescono a esprimere il loro solito gioco. Ne è prova un errore di Insigne che sbaglia un cross interessante per il Pipita, in contropiede. Un minuto di recupero e squadre a prendere un thé caldo. 

Nella ripresa subito azione di Insigne, che sguscia in area. Replica Dybala, ma la difesa tiene. Al 5' da angolo conclusione alta di Evra. Bonucci a quel punto non ce la fa: esce ed entra Rugani. Poi entra Zaza al posto di Morata. 

La partita non decolla dopo un'ora di gioco. Napoli imbrigliato ma 'tosto' e Juve che tesse la manovra. Rischio grosso al 17' quando Dybala va al tiro a difesa sguarnita: la palla finisce fuori, Napoli 'miracolato'. 

Al 21' ammonito Pogba per fallo su Callejon. Il francese si era innervosito per un intervento precedente di Allan. La Juve si chiude bene quando gli uomini in maglia rossa provano a fare capolino. Le squadre badano innanzitutto a non prenderle. 

Al 31' fuori un non irresistibile Insigne per un fresco Mertens. Al 34' sinistro velenoso di Hamsik che sfiora l'incrocio dei pali. Al 39' ci riprova Pogba ma il tiro è intercettato da Reina. Al 40' ammonito Marchisio per fallo su Mertens. Esce a questo punto Dybala per Alex Sandro.

Ma al 43' quando la partita sembrava inchiodata sul pari, Zaza prende palla e tira da fuori area. Palla deviata da Ghoulam e rete della Juve a due minuti dalla fine. Nel Napoli al 44' esce Allan per Gabbiadini. Sono tre i minuti di recupero. Al 46' Gabbiadini calcia in porta ma va fuori. 

Al 47' punizione per la Juve con lo stadio che canta 'O surdato 'nnamurato. L'arbitro fischia il finale. Grandissima delusione azzurra. Ma ci sono ancora 39 punti a disposizione per vincere lo scudetto. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon
Video

Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon

  • Il No Excuses tour del campione di esports senza braccia e gambe

    Il No Excuses tour del campione di esports...

  • Napoli, Ancelotti all'Università Vanvitelli

    Napoli, Ancelotti all'Università...

  • Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

    Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

  • Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto...

  • Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

  • Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora capito quali sono i malumori di Higuain»

    Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora...

  • Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la Coppa Italia

    Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 42 commenti presenti
sproklv61
2016-02-15 12:15:21
l'amico brosmario avra' ingoiato un fungo di quelli che fanno rimpicciolire,rifacendomi al suo commento del nostro parlare ad inzio campionato sulla nostra presunta buffoneria!!ma se siamo partiti male almeno come la la juve,dove l'hai vista o letto tutta questa buffoneria??all'inizio c'era chi voleva sarri via da napoli,noi non ci nascondiamo dietro un dito,signor mario.tieniti la tua,noi ci teniamo la nostra come facciamo da 90 anni anche vincendo poco,non si vive di solo pane,ricordalo,ce un piccolo dettaglio che si chiama passione,e che non si pesa con i trofei!!sii almeno obbiettivo nei tuoi commenti,e non dare sempre sentenze accampate in aria
Modoc
2016-02-15 11:02:13
Caro Alfio2, la partita è stata una basata solo sulla tattica, abbiamo snaturato un poco il nostro gioco, ma era la partita che dovevamo fare! Un episodio ci ha fatto perdere! Io credo che Sarri, dovrebbe rivedere un poco il suo mondo! Egli ha disposizione calciatori che tranne alcuni (forse tre) sono tutti sullo stesso piano! Secondo me, cambiare moduli fa parte di avere una visione ancora più grande! Tornando a Insigne, io non l'avrei tolto, perché sa anche difendere, cosa che manca a Mertens! L'unica nota stonata è, che vuole vincere da solo,tutte le partite! Tira da tutte le posizioni,anche quando non dovrebbe,questo manda in "bestia" un poco gli altri! La Juve comunque Quando ha tolto Dybala, proprio perché gli andava bene il risultato ha giocato con un 4-5-1! Noi dovevamo tenere la palla, ma Mertens,proprio perché in competizione con Insigne, ha voluto strafare dribblando tre giocatori (no tre bambini), perdendo la palla e portandoci alla sconfitta! Quando capiranno che tutti devono giocare x la squadra e non per se stessi, allora forse cresceremo come la Juve!
ciro66
2016-02-15 09:19:24
che goduria segnare con deviazione al 90° ............
alfio2
2016-02-15 09:07:02
Caro Modoc sono daccordo al 75-80% con quello che dici.Non sono daccordo sul fatto che il Napoli poteva fare di piu'.Ho visto una bellissima partita in cui la Juve cercava in tutti i modi di prendere il centrocampo con cambi modulo, raddoppi, pressing, movimenti tra le linee, scalettamenti di esterni,difesa alta (e quindi 4-3-3).Il Napoli non gli ha permesso l'uomo davanti al portiere.E quindi gli ha trovato perfettamente le contromisure. Per me sono tutti da 8 compreso Insigne che si e' molto sacrificato.La Juve ha vinto grazie al 3-5-2 finale con annesso contropiede alla Mazzarri.La differenza e' che loro i lanci li sanno fare con estrema precisione. Al Napoli manca ancora l'esperienza per gestire questo genere di situazioni e capire che contro certe squadre se non passi nel primo tempo dove hai tutte le energie ancora fresche, non passi piu' e dunque lo 0-0 equivale ad una vittoria.Queste cose le avevo gia' dette, qualche giorno fa, commentando la partita Juve Roma.La Roma ha perso facendo lo stesso errore del Napoli.Per 70' ha retto l'urto, poi ha cercato di vincere la partita perdendo palla a centrocampo e dunque la partita.Questa partita dunque, se da un lato ci da le dimensioni della nostra forza su un campo del genere, dall'altro serve per fare appunto esperienza.
m.nino
2016-02-14 23:05:47
Se Juve Napoli avrebbe dovuto essere lo spot del calcio italiano, diciamo?o subito lo spot è venuto male. Un solo tiro nella specchio della porta da parte di entrambi, una noia mortale. La Juve carpizzata gioca nella propria meta' campo, il Napoli preoccupato gioca guardingo, lento attento a non scoprirsi. Non essendoci azioni da rete, logicamente finisce zero a zero, tranne se interviene il fattore C. È intervenuto a favore loro. Non vedo altro da aggiungere. Uno spettacolo orribile, anzi la morte dello spettacolo calcistico.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT