ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

I medici del Napoli festeggiano un anno d'oro con i comici di Made in Sud

I medici del Napoli festeggiano un anno d'oro con i comici di Made in Sud

A Castel Volturno, nella sede del Napoli, premiazioni per il settore medico del club azzurro, che ha ottenuto eccellenti risultati in questa stagione, in cui la squadra di Sarri ha giocato 48 partite.

Gli infortunati sono stati appena 6, le indisponibilità 14. Basti pensare che ad esempio il Milan ha fatto registrare 30 infortunati e 131 indisponibili, la Juventus 40 infortunati e 125 indisponibili, la Roma 37 infortunati e 111 indisponibili.
La media infortuni del Napoli è pari a 0,13 e quella delle indisponibilità a 0,29. E’ l’equipe che ha determinato con lo staff tecnico e quello societario il successo di questa stagione. Una sinergia che ha dato i suoi frutti.
Lo staff medico azzurro: un gruppo affiatato di 8 componenti, tre medici e 5 fisioterapisti che agendo sempre in chiave ‘preventiva’ è riuscito a garantire in questa  - come nelle passate stagioni -  l’efficienza atletica dei calciatori pur fortemente impegnati dal punto di vista biomeccanico e metabolico. Metodo, ricerca, innovazione e prevenzione. Un modello vincente che abbina competenza ed esperienza.  Da diversi anni il dr. De Nicola presta attenzione alla formazione delle figure professionali all’interno del suo staff di fiducia grazie alla collaborazione con la Federico II e alla Seconda Università di Napoli.
 
Un metodo a cui ci si può ispirare, che fa scuola a livello internazionale e che solo questi professionisti così esperti ed affiatati tra loro hanno potuto garantire. A dirigere il gruppo è il dr. Alfonso De Nicola, impegnato nel calcio dal 1990, fisiatra e medico sportivo, professore aggiunto presso la Temple University Institute di Philadelphia e professore a contratto per la Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport della Federico II di Napoli.
Con lui ci sono Enrico D’Andrea, medico fisiatra, esperto in terapia manuale;  Raffaele Canonico, medico dello sport, esperto nella diagnosi precoce e prevenzione delle patologie cardiocircolatorie, nutrizionista dello sport; Massimo Buono, terapista della riabilitazione, esperto e studioso del recupero e ricondizionamento atletico del calciatore, Giovanni D’Avino , terapista della riabilitazione , esperto in massoterapia e studioso delle più moderne tecniche di recupero manuale e strumentale, Fabio Sannino, terapista della riabilitazione, studioso ed esperto delle tecniche di riequilibrio posturale globale con metodo Mezieres, Marco Romano, terapista della riabilitazione, mezierista e studioso delle innovazioni tecniche e strumentali utili alla riabilitazione dell’atleta e Marco Di Lullo, terapista della riabilitazione, massofisioterapista dello sport, studioso di massoterapia linfodrenante e mezierista.
 
Nulla si affida al caso. Attorno al gruppo gravitano vari consulenti, professionisti eccellenti nel mondo medico e accademico, che all’occorrenza sono di supporto. Tutti presenti stamane per la targa di rito, voluta dagli stessi giocatori. Tra gli altri il prof. Vincenzo Mirone, la prof. Stefania Montagnani, i dott. Giorgio Chef e Mimmo Falco, gli odontoiatri Valentino Tundisi e Massimiliano Sirignano  Premiato anche lo staff medico del settore giovanile coordinato dal Dr.  Gennaro De Luca; lo storico magazziniere del Napoli Tommaso Starace e il Prof. Antonio Giordano, collegato via Skype da Philadelphia, che da anni collabora con lo staff per studi innovativi incentrati sulla genetica per la prevenzione delle patologie.
 
Non è mancato un momento di divertimento grazie all’intervento degli amici di Made in Sud: Ciro Giustiniani, gli Arteteca, Gino Fastidio, Peppe Laurato dei Due per Duo accompagnati da Mario Esposito, uno dei due produttori dello show con Nando Mormone.  Tanti abbracci per la condivisione di tanto affetto e buonumore tra loro, staff medico e tutta la squadra. Ha condotto la premiazione la giornalista Maria Silvia Malvone.
 
«Perché il lavoro, la professionalità, la ricerca scientifica e fare affidamento sulle aziende italiane di qualità, ripagano sempre e consentono di ottenere dei grandi risultati – ha sottolineato Alfonso De Nicola – il nostro gruppo unito e consolidato funziona anche perché trasmette ai giocatori grande fiducia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni
Video

Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni

  • Nazionale, Mancini: «Ora le gare contano, cerchiamo risultati importanti»

    Nazionale, Mancini: «Ora le gare...

  • Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con Kessie ci siamo chiariti»

    Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con...

  • Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo all’asilo, se avessi visto mi sarei buttato nella mischia»

    Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo...

  • Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

    Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

  • Universiadi Sandro Cuomo si cimenta con il chanbara

    Universiadi Sandro Cuomo si cimenta con il...

  • Salisburgo-Napoli, i commenti dei comici di Made in Sud

    Salisburgo-Napoli, i commenti dei comici di...

  • Salisburgo-Napoli 3-1, il commento dell'inviato Ventre

    Salisburgo-Napoli 3-1, il commento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT